Valtellina Casera DOP

Il nome deriva proprio dalla “casera”, luogo della tradizione in cui viene fatto stagionare il formaggio. La sua diffusione è legata all’avvento delle latterie sociali e tumarie nella provincia di Sondrio che risale al 1500 e che in seguito si estesero in tutti i paesi. Abitualmente il Valtellina Casera, di produzione invernale, era un prodotto complementare al Bitto che veniva invece prodotto in alpeggio nei mesi estivi.
Valtellina Casera D.O.P.
SCHEDA TECNICA

DENOMINAZIONE:
Valtellina Casera DOP

ZONA DI PRODUZIONE:
Lombardia: provincia di Sondrio

TIPOLOGIA:
formaggio semigrasso a pasta semidura, semicotta, con occhiatura fine distribuita non in modo uniforme

LATTE:
vaccino, parzialmente scremato, crudo

CROSTA:
leggermente ruvida, può presentare residui di formazione di muffe

STAGIONATURA:
periodo minimo di 70 giorni

PRODUZIONE:
annuale

Scopri come gustarlo