Gli attrezzi dell’arte casearia

Il braccio oscillante di una stadera, il cerchio di legno della fascera, la forma cilindrica di una zangola. Linee che raccontano un rapporto secolare tra persone e territorio, attrezzi da lavoro, spesso costruiti da chi li utilizzava, che hanno accompagnato la produzione del formaggio dallo sfalcio dell’erba fino alla stagionatura delle forme sulle scalere, per secoli. Questi oggetti in rame, legno, ferro e alluminio mantengono sulla loro superficie la memoria di una serie infinita di gesti, sempre uguali e sempre diversi, che hanno fatto nascere e crescere l’arte casearia. Mossi da una passione e da una dedizione che sono i primi ingredienti dell’eccellenza.

C’è una forma d’arte
che sa accostare
tradizione e futuro,
semplicità e bontà,
ed è guidata da uno strumento infallibile,
il cuore:
è l’arte di fare gli auguri.

Buone feste!